ProntoMutuo.it - ottieni il tuo mutuo!

Thursday
Dec 08th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Mutuo

 

 

Il contratto di mutuo si mostra tramite un finanziamento concesso solitamente per acquistare una casa o per investimenti immobiliari in genere. Il mutuo di denaro è naturalmente a titolo oneroso. Salvo accordo contrario, infatti, chi ha ricevuto in prestito una ammontare di denaro deve pagarne gli interessi.

La stima degli interessi è determinata dalle parti.

Nell'ipotesi di interessi concordati in misura superiore a quella legale, vi è l'obbligo della forma scritta. In piu’, esiste il divieto incondizionato di pattuire interessi usurari.
Qualora le parti stabiliscano interessi superiori a quelli legali, essi saranno dovuti anche per il periodo di proroga del contratto di mutuo stesso.

Tanto il mancato rispetto della forma scritta, nel caso di interessi maggiori alla misura legale, quanto la pattuizione di interessi usurari, comportano l’annullamento dell'accordo e la riduzione dell'interesse nella misura legale.

La nullità è però delimitata al solo patto di interessi e non è estesa all'intero contratto di mutuo. Tanto il mancato rispetto della forma scritta, nel caso di interessi superiori alla misura legale, quanto la pattuizione di interessi usurari, implica la nullità dell'accordo e la diminuzione dell'interesse nella misura legale.

La nullità è però circoscritta al solo patto di interessi e non è estesa a tutto il contratto.

Il mutuo ipotecario - che si definisce tale quando la parte che offre il denaro, a garanzia della restituzione dello stesso, registra un’ipoteca su un bene di proprietà del mutuatario - è disciplinato da speciali norme che determinano l'ammontare massimo dei finanziamenti ed altri aspetti propri di questo tipo di credito (detto anche credito fondiario).

Fino a pochi anni fa, il credito fondiario era istruito da pochi Istituti di credito appositamente autorizzati, con esclusione di tutte le altre Banche. In seguito a recenti riforme normative oggi tutte le Banche possono concedere mutui ipotecari. Questa situazione ha ampliato le possibilità di ottenere un finanziamento ed ha concorso a semplificare iter e modalità operative.
Più precisamente, i finanziamenti sono eseguiti dalle Banche, Istituti di Credito e Società Finanziarie.

Possono essere distribuiti con quote fisse di rimborso (rate), comprendenti ammortamenti progressivi del capitale e interessi prestabiliti (tasso fisso), oppure con quote di ammortamento e interessi variabili (tasso variabile). La durata del mutuo immobiliare è solitamente di 5, 10, 15 o 20 anni, più raramente 25 o 30 anni.

Abitualmente, il mutuo copre fino all'80% del valore dell'immobile; alcune banche finanziano fino al 100% di tale valore, generalmente a condizioni più onerose o con richiesta di garanzie aggiuntive. Il contratto di mutuo è contemplato nel Codice Civile dall’art. 1813, che lo definisce, all’art. 1822.